Lofoten Trip

Non basterebbero mille pagine per descrivere la bellezza di questi paesaggi.. lascio spazio alle immagini e sognate di esser la con noi.. Read More..

Tour Sci Alpinismo in Islanda

Tour Sci Alpinistico in Islanda

Dal 21 al 28 Aprile per chi volesse regalarsi un viaggio Sci Alpinistico incredibile nell’Islanda del Nord, si parte.

L’Islanda, immensa isola a ridosso della Groenlandia è una terra molto selvaggia: vulcani, geyser, pascoli, fiordi a picco sul mare, pochissimi alberi, piccoli centri abitati e fattorie sparse su un territorio vastissimo. Questo Viaggio, perché si tratterà di un viaggio, è proposto per gli amanti degli spazzi incontaminati e dello Sci Alpinismo senza molti “comfort”.

Per il programma dettagliato inviatemi una mail e sarò lieto di inviarvelo e di rispondere a qualsiasi domanda.

Vi Aspetto. Thommy

SAFETY NIGHT A COURMAYEUR

 

GUIDE ALPINE

Thomas Scalise Meynet

Giulio Signó

LUOGO D’INCONTRO

Courmayeur: Piazzale Val Veny, 20 minuti prima dell’inizio del corso. Partenza ore 19.00.

I SAFETY ACADEMY SAFETY NIGHTS, in versione gratuita, non comprendono pernottamento, vitto e alloggio.

Le ORTOVOX SAFETY NIGHTS si svolgono in un corso compatto. Imparerete le nozioni base sul comportamento corretto da tenere in caso d’emergenza e su come si usa l’equipaggiamento d’emergenza.

L’attrezzatura ORTOVOX più nuova, dai dispositivi A.R.T.VA, alle sonde o alle pale, ve la prestiamo direttamente sul posto. Le LAMPADE DA TESTA PETZL, che avrete occasione di testare abbondantemente, assicurano luce a sufficienza..

La serata Safety si svolgerà presso la baita La Grolla in Val Veny e si potrà raggiungere o con gli Sci da Sci Alpinismo o con le Ciaspole. Durata salita 1h. Svolgeremo l’attività in un campo pratica preparato per la serata per poi cenare presso la famiglia Truchet proprietaria della baita. Prezzo Cena 30,00 €. Partenza discesa prevista per le ore 22.30 in gruppo compatto.

Le lampade a fronte Petzl possono essere testate a piacimento e forniscono luce a sufficienza!

Capanna: La Grolla (www.lagrolla.it)

Il corso viene tenuto in lingua italiana, inglese e francese.

 

ISCRIZIONI SUL SITO ORTOVOX.COM NELLA SEZIONE SAFETY NIGHT COURMAYEUR

Vulcan Chile

Questo slideshow richiede JavaScript.

E dopo 14 giorni in questo meraviglioso paese, il Cile, finisce la nostra avventura di Sci Alpinismo sui Vulcani.

Posti meravigliosi,  Salite incredibili e Discese senza fiato. Questo paese ha qualcosa di magnetico che ti attrae in ogni direzione. Si passa dal verde immenso delle praterie vicino ai grandi laghi, alla neve dei vulcani quasi perenne in cima. Da lassù basta girarsi di 180 gradi e portare lo sguardo verso valle. Ai propri occhi si apre un panorama che difficilmente riuscirò e riuscirete dimenticare. La zona della Patagonia del Nord sarà quella “chicca” che mi porterò per sempre nel cuore e che ho avuto la fortuna di poter vivere in modo incontaminato, puro, semplice.

Il Cile è stato un Viaggio, una ricerca delle migliori linee di salita e discesa con gli sci, un addentrarsi per strade bianche che il gps negava l’esistenza, un modo di spingere il proprio istinto di avventura più avanti, la capacità di risolvere i problemi, lo spirito di continuare il lavoro della Guida Alpina anche fuori dai confini Europei distinguendosi per preparazione, metodicità, curiosità e quella parte esplorativa che solo i libri letti da bambino sanno trasmetterti.

Thommy

 

Vulcano Lonquimay

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il Vulcano Lonquimay oggi ci ha lasciato salire con un cielo incredibile ed un panorama attorno a lui mozzafiato. Si parte dalla stazione sciistica di Corralco per poi risalire la cresta destra del vulcano. Il vento, come in Patagonia, non manca mai ma una volta in cima è incredibile il panorama che si apre a 360 gradi attorno a noi.

Mi hanno chiesto il perché vado dall’altra parte del mondo a sciare. Rispondo: non vado dall’altra parte del mondo per sciare, vado dall’altra parte del mondo per Viaggiare ed aprire i miei orizzonti con nuove culture, altri modi di vivere, sfamare i miei occhi con paesaggi e panorami diversi, conoscer persone ed etnie diverse, ambire ad esser una persona migliore.

Auguro a tutti di provare una volta nella vita a viaggiare e non di fare la classica “vacanza”. Inizierete e non ne potrete più farne a meno. Avrete Fame di Curiosità. Buona Serata a tutti.

Thommy

 

Cile New Trip

Passano i giorni, passano i mesi, passano gli anni e ti ritrovi ad un certo punto della tua vita a doverti fermare un secondo, guardarti attorno e tirare una riga.

In questo anno non ho più avuto tempo di dedicarmi al sito web per impegni di lavoro e famigliari ma ero si riparte…

Degli amici non ci sono più, altri sono arrivati ma per fortuna la vita oltre a metterti sempre alla prova sa anche regalarti delle incredibili e fantastiche novità.

Ed eccoci in Cile, incredibile paese pieno di vita. Quest’oggi ci spostiamo a Malalcahuello nel Lodge Andina Swiss per poi salire il giorno dopo il Vulcano Lonquimay.

Vi aggiornerò i giorni successivi.. Ciao Thommy

Auguri Mamma

0168

É passato oramai molto tempo dall’ultima volta che ho scritto e un po’ me ne dispiace ma quale migliore occasione per tornar a scrivere facendo gli Auguri alla propria Mamma…

“Noi, mentre il mondo va per la sua strada, noi ci rodiamo, e in cuor doppio è l’affanno, e perché vada, e perché lento vada..” diceva G.Pascoli nella poesia Il Cane e trovandomi ad un certo punto della mia vita dove tutto scorre veloce ed inesorabilmente ho capito che a volte bisogna sapersi fermare un secondo e guardarsi attorno perché “mentre il mondo va per la sua strada” noi possiamo scegliere quale strada intraprendere. Ognuno di noi, in cuor suo, sa che l’unico porto sicuro è la propria famiglia ed oggi 1 marzo è il compleanno della mia Mamma. Una santa donna a cui devo molto e che ha saputo gestire tre figli maschi dal carattere molto forte e particolare. Ora, che mi trovo anch’io dalla parte del genitore, inizio a capire quanto difficile sia crescere e proteggere il proprio figlio. Posso capire fino in fondo quanti inenarrabili sacrifici di vita avete dovuto sostenere tu e papà per crescerci. Siamo stati cresciuti con valori quasi di un altra generazione, con legami saldi alle nostre tradizioni e quella sana durezza che ci ha resi quello che siamo.  Grazie Mamma, Auguri.

Thomas

 

Super Couloir al Tacul

IMG_6134IMG_6151

Ed ecco che si riparte.. L’obiettivo è il Super Couloir al Tacul per fare riprese ad un forte atleta austriaco. Zaino in spalla e raggiungo l’amico Gunther, cineoperatore di fama internazionale, che mi presenta il mitico Markus Pucher, un armadio a quattro ante che si dimostrerà, oltre ad un forte alpinista, una persona di una semplicità e simpatia pazzesca. Il primo giorno lo passiamo a fare video ad Helbronner andando avanti e indietro di qua e di la per buchi, creste e inquadrature da cartolina. La sera ci rintaniamo al Rifugio Torino e si punta la sveglia per il giorno dopo. Ore 6.00 siamo in pista, zaini da 30 kg modalità Sherpa e puntiamo al Super. Naturalmente la traccia per salire l’ultimo perdio era tutta da fare ma un passo dopo l’altro siamo su. Ci prepariamo il materiale, cambiamo gli scarponi, lego Gunther e parto per l’attacco diretto. Il primo tiro lo scalo senza molte difficoltà. Piccolo inciso per i futuri ripetitori; bisogna avere una buona manualità con il dry tooling ma ci si protegge sempre molto bene con friends. Sosta a Spit. Secondo tiro molto bello ghiaccio quanto basta fino a poco prima dell’uscita dove ho dovuto ravanare un attimo nella neve per riuscire a saltar fuori. Comunque anche qua ci si protegge bene con i friends e la sosta all’uscita è a chiodi. Ad ogni sosta ci raggiungeva Markus che si è fatto tutti i tiri del Super in free solo con Gunther che lo riprendeva dall’alto. Pazzesco il livello mentale di questo ragazzo!! Continuano a salire in questa fantastica goulotte che a sorpresa, dato l’inverno, si presenta in buone condizioni. Alla fine delle difficoltà, dopo l’ultimo muro a 85 gradi e dopo aver registrato delle immagini spaziali, scendiamo. Tutte le soste sono attrezzate a spit raumer con anello di calata e in 1 oretta siamo agli zaini. Ci vorrà ancora una buona oretta per tornare al Rifugio Torino godendo di un tramonto da mille e una notte in Combe Maudit. Nessuno in giro, solo noi.. con le nostre fatiche e le nostre emozioni di giornata. La solitudine nel risalire il Col Flambeau tremenda condanna o meravigliosa conquista in questo mondo che ormai non sa più fermasi a guardarsi attorno.

Buone scalate a tutti.. Thommy

IMG_6153

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: