Cresta Kuffner

IMG_5973

Credo basti guardare queste foto per capire cos’è per me andare in Montagna.. Non sono i gradi, i tempi o mappature complete delle vie.. Per me è un sapersi guardare attorno e capire la fortuna che si ha a vivere in un ambiente del genere.. Oggi con Luca Rolli, amico/collega ed insieme al suo cliente ci siamo fatti questo regalo. La cresta Kuffner al Maudit in condizioni Invernali. Perché farla adesso? Beh perché per ME fa parte un po’ del mondo della Guida Alpina stare fuori dai soliti luoghi battuti, dalle solite vie super frequentate. La ricerca della solitudine, del silenzio e di nuovi input d’ingaggio. Sono sempre stato così se tutti andavano a destra io andavo a sinistra ma no per anticonformismo o manie di protagonismo semplicemente sto bene da Solo o con quelle poche persone che mi conoscono per davvero. Ecco il motivo del mio immediato Si a Luca… Alle 5.00 in Combe Maudite non c’era un anima se non noi e il vento che ci accompagnava. La salita è stata abbastanza faticosa, la neve era fresca e non portava quasi mai però con cambi frequenti in testa siamo riusciti a cavarcela più che bene. Alle 11.45 eravamo fuori. Bravissimo sopratutto il cliente di Luca che non ha mai mollato e ci ha seguiti sempre in conserva corta, apparte i 2-3 tirelli che abbiamo dovuto fare viste le condizioni. Una volta usciti siamo discesi con 5 doppie, direzione Tacul, al grosso imbuto che dà l’accesso a Filo d’Arianna per scenderVi poi in corda doppia. Oggi è stata una di quelle giornate che mi rimarrà per sempre nel cuore, fatta di fatica, Amicizia e professionalità. Un altra piccola soddisfazione messa nel sacco.

Buone Scalate a tutti e speriamo che arrivi la Neveee.. Ciao Thommy

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: